Nicopi

Da Windows a Linux: tutti i perché

Posted on: 20 agosto 2007

Sono in molti ad essere insicuri, il passaggio da Windows a Linux non è di certo una cosa da fare senza pensare.
Vediamo allora quali sono le caratteristiche, gli aspetti da valutare e le conclusioni finali.

E’ Gratuito

A differenza di Windows, GNU/Linux è un sistema operativo libero e gratuito. Installalo su tutti i computer, copialo e distribuiscilo ai tuoi amici. Puoi studiarlo, modificarlo come più ti piace e distribuirlo.

Programmi

Ci sono moltissimi programmi gratuiti per Linux.
Per creare documenti professionali, masterizzare CD, modificare foto, elaborare il design di siti web, organizzare la propria collezione musicale, e non dovrete spendere neanche un centesimo per software a pagamento e con restrizioni ne tantomeno scaricare ed installare copie pirata.
L’installazione/disinstallazione delle applicazioni è semplice e sicura.
Dimenticatevi demo/trial e cose del genere.

Sempre in forma

Il vostro PC con GNU/Linux sarà sempre veloce come il primo giorno e visti i requisiti potrete installarlo anche in vecchie macchine per “riportarle in vita”.
Se siete abituati ad avere decine di applicazione che si avviano automaticamente con Windows e che rallentano il sistema, troverete il vostro PC molto più veloce.

Sicurezza

Dimenticatevi dei costosi antivirus, anti-spyware, anti-qualsiasicosa e anti-tutto. Linux è davvero sicuro.
E difficile per un utente Windows credere che spyware e virus non attacchino Linux – ma è così.
Il software maligno non riesce ad attaccare Linux con la stessa semplicità di Windows e le restrizioni che Linux pone a questi programmi, rende i danni possibili praticamente nulli.
Inoltre i semplici aggiornamenti mantengono l’utente in un ambiente sicuro.

Supporto

Linux è supportato da una amichevole comunità di persone che vi sorprenderanno, se avete bisogno di aiuto potete chiedere nei forum o nei canali di supporto nelle chat.
Inoltre alcune compagnie responsabili anche dello sviluppo di alcune distribuzioni, come Canonical o RedHat, possono fornire un supporto commerciale per le aziende.

Somiglianze

Ogni giorno, gli utenti che decidono di provare GNU/Linux, trovano l’uso del sistema operativo simile a quello di Windows o Mac.

Caratteristiche

Potete controllare il vostro PC anche attraverso la linea di comando.
Come per Windows, Linux si avvia automaticamente all’accensione del PC e una volta avviato, potrete iniziare a lavorare subito con le vostre applicazioni preferite.
La barra delle applicazioni è simile a quella di Windows o del Mac.

Navigazione

E’ possibile navigare in Internet grazie a Firefox, un browser proprio come lo è Internet Explorer, anche se questo a differenza del secondo, vanta una maggiore velocità e una maggiore sicurezza caratterizzata dal veloce rilascio di aggiornamenti in caso di bug e dal supporto di molti programmatori sparsi per il mondo.
Firefox è facilmente personalizzabile
e sono presenti molte estensione che ne incrementano le funzionalità.
Potete navigare tra i file del vostro hard disk proprio come fate con Windows Explorer.

Sì, lo so, ci sono anche i contro

Supporto driver

Molti produttori di hardware non sempre rilasciano driver per Linux o addirittura non rilasciano le informazioni necessarie perché altri li producano.
Per cui alcune schede video non sempre sono supportate. Gli stessi problemi possono accadere con le schede WiFi.
Altro hardware come penne USB o fotocamere raramente hanno problemi.

Giochi

Linux non si può vantare certo di una vasta gamma di giochi anche se negli ultimi anni si sono visti nascere nuovi giochi anche opensource per il pinguino.

Concludiamo

In sostanza, Linux è un ottimo sistema operativo sicuro e funzionale e le applicazioni disponibili possono tranquillamente sostituire quelle per windows.

Alcune applicazioni e addirittura qualche gioco per windows possono girare in Linux grazie a Wine.
Se non volete abbandonare del tutto Windows potete installare Linux in dual-boot così da decidere all’avvio della macchina quale sistema avviare.

Probabilmente in futuro usciranno nuovi driver per Linux, anche per merito della commercializzazione di PC con Ubuntu preinstallato.

Potete comunque testare il vostro PC con il live CD della distribuzione che volete installare per vedere se tutto l’hardware è supportato.

Basato su “From Windows to Linux”

18 Risposte to "Da Windows a Linux: tutti i perché"

Hai dimenticato i driver di scanner e stampanti… ma il mondo sta cambiando🙂

Sì, penso che i produttori, con la storia di dell, acer, e compagnia che distribuiscono pc con ubuntu, cominceranno a sviluppare più driver per linux😉

articolo interessante

@Massimo: Grazie😀

concordo quasi con tutto, riguardo la sicurezza ho da muovere un appunto però, non è vero che con linux non si possono prendere virus. Semplicemente per ora non ce ne sono (apparte qualche proof of concept migliorato dallo stesso Linus perchè non funzionava su determinati kernel), però supponendo un elf che arriva come allegato di posta, un utonto sarebbe perfettamente in grado di eseguirlo senza controllare, e un semplice virus che cancella tutta la home dello stolto utente non è nemmeno tanto difficile da realizzare. E questa cosa anche se non intacca il sistema, può provocare ingenti danni comunque.
Per non parlare di un virus rpm ricevuto da un amico “fidato” che richiede la pass di root…
Comunque per il resto concordo pienamente e tutta la vita Linux!!!

@rik: sono d’accordo resta di fatto che non è semplice come su windows😀

non è semplice soprattutto (non solo ma soprattutto) per la bassa diffusione di linux e per l’esperienza media degli utenti, che è superiore a quella di un utente medio windows. Inoltre questi sono deterrenti per chi i virus li scrive, perché difficilmente questi andrebbero a segno: sarebbe inutile faticarci su.

Quindi si, al momento è infinitamente più sicuro windows. Il punto è che ad un utonto windows, per dargli l’idea dell’improbabilità di un problema di sicurezza, si fa prima a dirgli “linux è immune” per spiegargli solo in seguito, se interessato. Tuttavia non è pienamente corretto.

(non ho mai postato qui, quindi ne approfitto per farti i complimenti per il blog!)

ops, “infinitamente più sicuro DI windows” (scusate :-p )

@elfodin: un semplice “DI” in meno aveva del tutto cambiato il significato della frase😛
Grazie dei complimenti😉

[…] Da Windows a Linux: tutti i perché Sono in molti ad essere insicuri, il passaggio da Windows a Linux non è di certo una cosa da fare senza […] […]

@ rik il guelfo bianco:

1 ) se e’ cosi’ facile, come mai i forum dedicati non riportano alcun messaggio riguardo a contenuti della home cancellati?

2 ) se dai la tua password a chicchessia, non sei un utente, sei un idiota

Grazie a uno dei tanti, appassionati, articoli come questo mi sono potuta avvicinare al mondo Linux. Mi sono informata e ho anche fatto richiesta di una distro di Kubuntu. Ora che ho il cd di istallazione fra le mani però, ho paura di fare un gran casino e di non saper usare il nuovo OS -__-

@Noirjn: voi dire che quando hai toccato per la prima volta Windows non hai avuto paura di fare casino con il nuovo OS?
Comunque puoi usare la live presente all’interno del CD di installazione senza dover installare niente, così vedi se ti capisce e se Kubuntu ti soddisferà potrai optare per installarlo, magari in dual boot così non perdi Windows😉

Carino, scritto bene e sintetico.
Però potresti scriverci qualcosa sul fatto che é opensource: ossia, che viene mantenuto da persone che credono che il software debba essere libero e gratuito.
ciauz!

[…] Da Windows a Linux: tutti i perché « Nicopi […]

Nicopi, la traduzione di “free” in italiano, forse dovrebbe essere resa meglio con “Libero e gratuito”.
Si può vedere facilmente qui

I migliori saluti
marcomkc

@marcomkc: infatti ho scritto “GNU/Linux è un sistema operativo libero e gratuito”🙂

purtroppo i giochi opensource non reggono il confronto…almeno Unreal Tournament 2007 sarà portato anche sul pinguino…quindi si spera lo stesso anche per tutti gli altri giochi che ne riutilizzeranno l’engine.

Speriamo bene ^^

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: