Nicopi

Perchè Microsoft è “grande”

Posted on: 18 agosto 2007

In questi giorni ho passato un po’ del mio tempo leggendo alcuni post apparsi nella blogosfera che trattano sempre il classico Windows vs. Linux.
Leggendo il post di imu di osRevolution ho trovato lo spunto per parlarvi del perché, secondo me, Microsoft è oggi leader mondiale nel settore dei sistemi operativi grazie al suo Windows.

A mio parere se Windows oggi è diffusissimo è merito di IBM e dell’astuzia di Gates e compagnia bella. Il tutto è nato quando IBM e Microsoft si accordarono per distribuire il DOS nelle macchine di IBM (poi si saprà che Microsoft non aveva neanche l’idea di come sviluppare il DOS, al momento dell’accordo, e infatti lo comprarono da una piccola compagnia di Seattle).
In quel momento è iniziato quello che definisco “il circolo virtuoso”, d’altra parte immaginate il vostro sistema operativo in dotazione con le macchine di IBM, che al tempo era leader nel settore.

A questo punto vediamo come ragionano i membri del circolo virtuoso:

  • Azienda di Software: “DOS è installato sulla maggior parte delle macchine del mondo, per cui trarremo maggior guadagno se sviluppiamo software per un sistema più diffuso”
  • Utente: “Il programma che utilizzo al lavoro gira solo su DOS per cui devo acquistare un PC con DOS” oppure “La maggior parte del software è compatibile con DOS”
  • Produttore di PC: “Gli utenti scelgono pc con DOS per cui trarremo maggior guadagno se vendiamo PC con Dos preinstallato”

Naturalmente poi il successo del DOS è stato “tramandato” a Windows.

Come rompere la catena?
A voi la risposta (tra i commenti ovviamente) 😀
\

Annunci

16 Risposte to "Perchè Microsoft è “grande”"

[…] Efron Link to Article linux Perchè Microsoft è “grande” » This excerpt is from an article posted at […]

Io direi che il successo di Microsoft in genere e’ dovuto al fatto che ha sempre creduto nella propria strategia e non ha praticamente mai lasciato a piedi i propri clienti, ma ha sempre continuato a lavorare sui prodotti per cercare di renderli migliori.

IBM e’ stata la prima a non credere in OS/2, come puo’ un cliente credere in un prodotto che si sa gia’ in partenza che non avra’ futuro?

Non e’ questione di qualita’ tecnica dei prodotti, ma del supporto che si avra’ e sulla salvaguardia dell’investimento fatto.

Microsoft in quest’ottica ha sempre dato garanzie, al contrario di molta concorrenza.

E la risposta esatta è: Linux!!!

Ho vinto qualche cosa? 🙂

@Enrico: resta di fatto che se non avesse avuto il “supporto” di una grande azienda come IBM oggi non sarebbe come è.
Comunque il tuo ragionamento non è sbagliato.

@phoenix: Ok per Linux, ma la vera domanda è “come può Linux rompere la catena?”
Per il premio…. 😀

Guarda il mio post qui: http://osrevolution.wordpress.com/2007/08/18/fermatevi-un-secondo-e-statemi-ad-ascoltare/#comment-10630
Ti soddisfa (mandare al fresco qualche pirata)? Cos’ho vinto?

@Stemby: Sono d’accordo con quello che hai detto anche perché penso che sia stupido che si arrivi a compiere un crimine per raggiungere lo scopo di “imparare”.
Ho sentito dire anche di insegnanti che dicono agli studenti di scaricare il programma che usano a scuola come Autocad, Derive, Office, … da eMule e questa a parer mio è pura istigazione a delinquere.

Già. Aggiungo questo link, per chi si fosse perso questo meraviglioso servizio giornalistico, che rispecchia al 100% il mio modo di pensare: http://www.youtube.com/watch?v=ITzX7zRgOkA

Secondo me la frase cardine è questa: “Una scuola deve educare alla legalità”. Ma questa è una mentalità che purtroppo è lontana da quella diffusa comunemente in Italia. Bolzano è un caso un po’ a parte, visto che culturalmente la sua popolazione è ben poco italiana.

Gran bel video, grazie per avermelo segnalato, consiglio a tutti di guardarlo (magari lo posto nei prossimi giorni).
I soldi risparmiati non sono pochi, alla fine parlano di più di un milione di euro.
Il problema lo spiega il giornalista, “per i comuni mortali il sinonimo di sistema operativo e suite per l’ufficio sono Windows e Office”.
A parte il concetto di legalità che è comunque di fondamentale importanza, vanno considerati i soldi che si risparmierebbero “convertendo” Scuole e uffici pubblici al software libero.

Secondo me il successo di Microsoft è partito da quello che hai detto, PC-IBM e sua diffusione, e continua perché la sua strategia è sempre stata far innovare agli altri e integrare una soluzione simile nel suo SO quando il settore matura. Netscape/IE, Palm/WinCE, ..

@Nicopi: io ci provo a convertire, ma gli insegnanti della mia scuola (comanche molti studenti) non appena non trovano il barrone blu si mettono a piangere -.-

@Blaster: secondo me le scuole almeno quelle che usano i PC solo per la suite d’ufficio, internet e cose del genere potrebbero passare all’opensource anche perché i soldi di licenze Windows+Office sono i nostri (tasse).
Capisco che in alcune macchine debba restare Windows per motivi di compatibilità con alcuni software specifici.
Per via degli studenti… ti capisco benissimo, io è da un po’ che cerco di convertire a Firefox ma certe persone non capiscono proprio “niente” 😀

Potrebbero passare? DOVREBBERO passare, a mio avviso. Proprio perché si usano soldi pubblici. Se tu privato ti trovi bene ad usare un software proprietario, ben venga! Niente da eccepire! Pagalo, e siamo tutti felici. Ma che l’amministrazione pubblica in generale scialacqui ogni anno miliardi di euro (sicuramente miliardi, visto che a Bolzano convertendo sole poche migliaia di pc, risparmiano milioni di euro) per fare cose che si possono fare allo stesso modo, se non meglio, col software libero, mi fa una rabbia che non avete idea! e ricordiamo che la legge finanziaria 2007 era da 34 miliardi scarsi. Fate un po’ voi.

@Stemby: Concordo 😉 ma d’altra parte si sa che in Italia le cose funzionano così

io sono resp. EDP di una piccola multinazionale e ho tutti i server Linux.
5 server linux che da diversi anni lavorano perfettamente senza problemi e fanno tutto e di piu’ rispetto a M$.

@HiDaBa: Grazie per la “testimonianza” davvero interessante 😉

Windows o Linux? Io direi…
Pubblica Amministrazione: Linux
Pc domestici: Windows e Linux in dual-boot

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: